copertina

upstaris

sezioni

gu legge


utenti registrati 109


Anfratti
Accenti nativi
seme su seme
e poi l’esatto spazio
la destinazione

scolpisci la maceria

solo se trovata
resterà così.








354 letture
1 commento

nascondi commenti

pubblicato il 2018-09-30 alle 10:24:40









Darlene, aggiunto alle 12:12:07 del 2018-09-30

La collaborazione tra due elementi che diano vita. Il seme è l'accento per la fecondazione. Quale inizio, se non da ciò che sembra finito, per rimescolare qualunque destino e tutte le carte? Solo se si è disposti a farlo, solo se si è disposti a chiudere gli occhi e immaginare la maceria come una vera opera d'arte, si può dare spazio alla creazione. E non qualcosa di fugace o astratto, ma una verità indelebile. La poesia, ma l'arte tutta, ne è un esempio lampante. Trovo sia una poesia visionaria anche questa tua, sai. Ma di quelle visioni sulla verità, non surreali. Quindi ancora più rara. Poi magari mi dirai che ho travisato completamente... ma per me è notevole.